Archivio Edizioni: Edizione

Palinsesti 2020

Giunta alla quindicesima edizione, Palinsesti 2020 conferma l’appuntamento autunnale con quattro mostre fra San Vito al Tagliamento e Pordenone.

Tempo al tempo, a cura di Luca Pietro Nicoletti con Alice Debianchi, all’Antico Ospedale dei Battuti, propone una panoramica sulle ricerche di artisti nati tra la fine degli anni Settanta e gli anni Ottanta, fra costanti e divergenze, con opere di Christian Cremona, Cesare Galluzzo, Alberto Gianfreda, Alessandro Gioiello, Fumitaka Kudo, Andrea Marinelli, Gianni Moretti, Matteo Pizzolante, Daniele Nitti Sotres, Marco Useli, oltre a una scultura di Valdi Spagnulo nella chiesa di Santa Maria dei Battuti.

All’Essiccatoio Bozzoli la rassegna Punto Fermo a cura di Antonio Garlatti, focalizzata sugli artisti presenti nell’omonima raccolta presenta l’installazione Destiny_destination di Carlo Vidoni.

Negli spazi delle Antiche Carceri si tiene invece la nuova edizione del Premio In Sesto, curato da Michela Lupieri con Magalì Cappellaro, a cui partecipano Maria Walcher, Matteo Nasini e il duo Sinta Werner e Markus Wüste.

A Elisa Caldana, vincitrice dell’edizione 2019, è dedicata una mostra personale a cura di Giada Centazzo negli spazi della Fondazione Ado Furlan a Pordenone.